Home > Libri > A letto col diavolo di Patrizia de Blanck

A letto col diavolo di Patrizia de Blanck

1 Ottobre 2012

Ad alcuni di voi, credo siate rimasti in pochissimi, potrebbe essere sfuggito che Patrizia De Blanck, nota esponente del jet set internazionale e marginalmente coinvolta nell’affaire Bebawi qualche decennio fa, nel 2008 sfoga la sua poliedrica creatività intingendo la penna nel calamaio e deliziandoci con il lavoro autobiografico A letto col diavolo. Apprendo la cosa frugando tra i libri in un mercatino dell’usato ed acquistando l’opera alla modica cifra di 2,00 euro. Leggo il testo con qualche difficoltà ed in coscienza posso definirlo in due parole: NO COMMENT!!!!!!!!

  1. 2 Ottobre 2012 a 22:16 | #1

    Ciao! Mi viene allora da cambiargli il titolo in: “A letto? Col cavolo!”, visto che leggo soprattutto a letto.
    A proposito, la carta è liscia o porosa?

  2. FedeB.
    2 Ottobre 2012 a 23:14 | #2

    Dalla foto di copertina, la “diavolessa” De Blanck denota una raccapricciante somiglianza con la ben più nota Crudelia Demon della carica dei 101. Credo che la sola foto potrebbe disincentivato l’acquisto della sua opera omnia.. ma del resto, che mondo sarebbe senza il gossip? :)

  3. tati
    19 Ottobre 2012 a 17:20 | #3

    Avrò cura del geniale scritto qualora vorrai prestarmelo..(con i 2 euro dedicati, acquisto cibo ai piccionnese di piazza jenne”

  4. M’agò
    30 Novembre 2012 a 10:47 | #4

    Lei dev’essere una persona sorprendentemente curiosa per dedicare parte del suo tempo in simili raccapriccianti letture (è scorretto da parte mia dare giudizi senza conoscere il contenuto dell”opera” ma poche fugaci visioni televisive del soggetto autore in questione sono state più che sufficienti per farmi un’idea delle potenzialità intellettuali dello stesso). Le auguro di inciampare in curiosità più dignitose.

  5. girolamo.delmoro
    30 Novembre 2012 a 23:43 | #5

    Intanto io ringrazio lei di essere “inciampata” su questo mio piccolo blog. Oltre che curioso sono voracemente onnivoro, e cerco di farmi un’idea di ciò che ho attorno. Il raccapriccio, legato a questa lettura, ha rafforzato il mio stomaco e verifcato un fatto cerco di non perseverare, detto questo mi chiedo cosa pensa degli altri testi a cui ho dedicato il mio tempo

I commenti sono chiusi.